Ecco un’interessante lettura in chiave psicologica del Canto di Natale di Dickens in relazione al disturbo alessitimico.

 “[L’]alessitimia  è caratterizzata dalla mancanza di parole per le emozioni. Le condizioni dell’ alessitimia sono anche correlate a una forte carenza dell’immaginazione e quindi negli alessitimici noi troviamo la difficoltà di sognare, la difficoltà di immaginare, la difficoltà di riuscire a sviluppare quegli stimoli che possono provenire nell’ambito della vita reale al servizio del teatro interiore.”

 

Buon Natale!