You are currently browsing the tag archive for the ‘Sontag’ tag.

Continuando il discorso sul ruolo delle immagini nella conservazione della memoria sociale iniziato con il post del Giorno della Memoria, vi presento questo estratto da “Sulla fotografia” di Susan Sontag.

Le sua parole invitano ad una riflessione critica sulle potenzialità etiche delle fotografie e delle immagini.

“Le fotografie sconvolgono nella misura in cui mostrano qualcosa di nuovo. […] Il primo incontro di un individuo con l’inventario fotografico dell’orrore estremo è una sorta di rivelazione, il prototipo della rivelazione moderna: l’epifania negativa.

Per me sono state le fotografie di Bergen-Belsen e di Dachau viste per caso in una libreria a Santa Monica nel luglio del 1945. Niente di ciò che ho visto dopo – in fotografia o nella realtà – mi ha colpito così duramente, profondamente, istantaneamente. […]  Leggi il seguito di questo post »

Presso alcune culture c’era (e chissà se perdura ancora nonostante la globalizzazione!) la credenza che la fotografia rubasse l’anima. Credo che, al di là della cultura d’appartenenza, rimanga l’idea, ormai inconscia, che la fotografia sia in un qualche modo un sortilegio.

Nella maggior parte dei casi quando si fa una foto coloro che vengono ripresi guardano l’obiettivo. La conseguenza ovvia è che quando riguardiamo la fotografia tutti hanno gli occhi direzionati verso di noi. Leggi il seguito di questo post »

Benvenuto! Piacere di conoscerti…


Sono Laura Perego, psicologa e psicoterapeuta. Utilizzo le fotografie e il cinema all'interno dei colloqui psicologici e della psicoterapia individuale e di gruppo.

Visita il mio sito

Sito

Sei interessato agli argomenti che tratta il mio blog? Vuoi essere informato dei nuovi articoli? Inserisci qui di seguito il tuo indirizzo email.

Unisciti ad altri 124 follower